La città che era PDF

Fine agosto 2005: la vita di New Orleans e dei suoi abitanti sta per essere squassata dalla furia distruttrice dell'uragano Katrina. Due famiglie, diversissime per estrazione sociale e condizioni economiche cercano di fronteggiare l'imminente disastro. SJ Williams, falegname afroamericano e vedovo, vive e lavora nel quartiere in cui è nato e cresciuto - il Lower Ninth Ward, la baraccopoli, sorta sotto il livello del Mississipi, che sarà completamente devastata dalla furia delle acque. Conduce una vita incerta, dividendosi tra l'assistenza alla sorella mentalmente instabile e la preoccupazione per il figlio che cerca in tutti i modi di togliere dalla strada. Craig Donaldson, bianco, originario del Midwest, è direttore di una riista alternativa di successo; innamorato della città in cui ha scelto di vivere, deve però fare i conti con un matrimonio sull'orlo del fallimento e il malessere della compagna Alice, sempre più insofferente verso una città che ha sempre sentito minacciosa e insicura. La fatidica notte del 29 agosto mentre i malandati argini cittadini cedono rovinosamente, le vite di tutti loro cambieranno per sempre. Dai quartieri di una New Orleans disperata, Tom Piazza conduce il lettore dentro il disastro attraverso la storia di due famiglie e di una intera comunità, e fa toccare dal vivo le contraddizioni di un intero paese.

DIMENSIONE: 3,23 MB

DATA: 2010

AUTORE: Tom Piazza

NOME DEL FILE: La città che era.pdf

Winniearcher.com La città che era Image
Abbiamo conservato per te il libro La città che era dell'autore Tom Piazza in formato elettronico. Puoi scaricarlo dal nostro sito web winniearcher.com in qualsiasi formato a te conveniente!

Firenze dantesca. La città ai tempi di Dante

Mutamento delle città. Nel 1815 l'unica città con più di un milione di abitanti era Londra che aveva già vissuto la prima rivoluzione industriale; seguivano tre città con circa 500 mila abitanti: Parigi, Napoli e Istanbul.

Le città etrusche

Le città etrusche - l'aspetto delle città etrusche. La città era circondata da mura che avevano lo scopo di difenderla.. Esse erano realizzate in tufo, una roccia di origine vulvanica molto abbondante nella zona.A queste rocce veniva data la forma di un parallelepipedo.

La cucina vegana.pdf

Morbo italico.pdf

Trilogia sentimentale: Tutte le anime-Un cuore così bianco-Domani nella battaglia pensa a me.pdf

Annali della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli (1998). Russia in the age of wars 1914-1945.pdf

Il nostro angelo custode. Chi crede chi dubita.pdf

Il lungo addio.pdf

Nuova coscienza e guarigione.pdf

Attività fisica adattata. Strategia di contrasto alla cronicità.pdf

Il diciottesimo libro ovvero la luna.pdf

Harry Potter e il calice di fuoco. Vol. 4.pdf

Rivista biblica (2011). Vol. 3.pdf